FINANCIAL EDUCATION

 

Parti da zero?

Vuoi guadagnare in modo sostenibile e non perdere i propri soldi?

 

Guadagnare in modo sostenibile vuol dire effettuare degli investimenti ragionevoli sulla base delle proprie entrate finanziarie.

La scelta di un prodotto finanziario deve essere fatta in base alle proprie esigenze dove il fattore tempo rappresenta un elemento chiave.

I servizi di investimento ci vengono prestati dagli intermediari finanziari quali banche, Sim, Sgr, Poste, Broker, attraverso le quali possiamo impiegare, sotto varie forme, i nostri risparmi in attività finanziarie.

Le tipologie di investimento più comuni sono i titoli, le azioni, gli obbligazioni, i fondi comuni, le assicurazioni, i derivati.

I prodotti derivati ovvero i cosiddetti CFD contratti per differenza se utilizzati nel modo giusto rappresentano il miglior prodotto finanziario in circolazione.

Il loro valore deriva dall’andamento del valore di un’altra attività (il cosiddetto sottostante che può essere un’azione, una valuta, un indice azionario).

Il mercato Forex (Foreign Exchange Market) è il più grande mercato monetario interbancario o tra le altre controparti e fa parte della categoria dei prodotti derivati.

Esso è il mercato con maggior liquidità poichè avvengono milioni di scambi ogni giorno mediante lo scambio di una valuta di un paese con un’altra.

Gli scambi avvengono mediante una compravendita il cosiddetto “Forex Trading” di coppie di valute. L’attività di trading viene fatta attraverso un Broker regolamentato che negozia mediante il sistema interbancario il miglior prezzo sul mercato attraverso delle specifiche piattaforme (ad esempio la Metatrader 4).

 

Per poter investire nei mercati finanziari e non bruciare i propri capitali la soluzione migliore è un piano finanziario automatico basato sulla statistica di lungo periodo.

Il piano finanziario di cui vi voglio parlare rappresenta per me la mia vera Pensione, la mia rendita futura, uno strumento alternativo ai soliti investimenti che banche, assicurazioni o poste vi vendono rendendovi degli interessi attivi nulli o poco più o magari (è il caso di alcuni Fondi Investimento) degli interessi negativi (follia allo stato puro!).  Il piano che attualmente utilizzo è un piano che opera nel Mercato delle valute tramite un Broker Regolamentato  ed adotta varie strategie automatizzate di lungo periodo dove il fattore tempo è una variabile determinante. Non si tratta del classico robot che vi garantisce rendite esorbitanti in poco tempo facendovi perdere i vostri soldi ma di un piano finanziario di lungo periodo che riesce a rendere circa il 2% al mese grazie al piano di accumulo nelle fasi di contro tendenza. 

Tale strumento prende in considerazione le nuove regole ESMA entrate (Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati) in vigore dal 1 agosto 2018.

I cambiamenti dell’ESMA riguardano:

1. Opzioni binarie: divieto di commercializzazione, distribuzione o vendita agli investitori al dettaglio;

2. Contratti per differenze (CFD) : una restrizione sulla commercializzazione, distribuzione o vendita di CFD agli investitori al dettaglio.

Questa limitazione consiste in:

Leva limitata nel momento dell’apertura delle posizioni, in particolare:

  • 30:1 sui cambi Forex Major,
  • 20:1 su oro, indici principali e cross valutari non major
  • 10:1 su commodities (no oro) e sugli indici borsistici non principali
  • 5:1 su Azioni
  • 2:1 su Criptovalute

Chiusura graduale delle posizioni del cliente una volta che le perdite raggiungono il 50% del margine impegnato.

Protezione del saldo negativo per singolo cliente al dettaglio.

Restrizione degli incentivi offerti per negoziare CFD, in particolare Bonus e cashback. Verranno applicate delle limitazioni  alla cosiddetta pubblicità ingannevole. Dovrà essere spiegato al potenziale cliente l’elevato livello di rischio di questi prodotti.

Risk Warning: I Broker per ogni comunicazione al cliente o potenziale cliente sono obbligati a inserire un appropriato avviso di rischio.

 

C’è da dire però che le regole rimangono invariate ossia ante 1 agosto 2018 per tutti gli investitori definiti “professionali”che rispettano almeno due dei tre requisiti:

  1. Si ha esperienza significativa nel Mercato Forex/CFD o altri prodotti con leva;
  2. La dimensione del  portafoglio di operazioni finanziarie supera i 500.000€;
  3. Lavori o hai lavorato nel settore finanziario.

 

SCELTA DEL BROKER

Ci sono tre tipologie di Broker da considerare per operare nei Mercati Finanziari:

  1. Broker Market Maker “che fanno il mercato”: gli ordini che riceve dai clienti vengono gestiti internamente dal broker. Molte posizioni si compenseranno tra loro essendo di segno opposto, mentre per bilanciare i rischi di quelle restanti il broker può andare a sua volta sul mercato interbancario.
    Il suo guadagno deriva per lo più dagli spread fissi che applica ai trader oltre che dalla pubblicità;
  2. Ecn (Electronic Communication Network) indica una rete di comunicazione elettronica dove il Broker ha accesso diretto alla piattaforma interbancaria e collega direttamente l’ordine dell’investitore  con il  mercato. E’ un cosiddetto intermediario puro. Il suo guadagno è generato dalle commissioni sulle transazioni;
  3. Stp “Straight Through Processing” è un sistema che automatizza la trasmissione degli ordini rendendola più rapida. E’ una via di mezzo tra il Broker Market Maker ed l’Ecn. I broker STP possono operare come fanno i Market Maker (facendo da controparte e gestendo poi gli ordini internamente), oppure possono passare gli ordini ai fornitori di liquidità come fanno gli ECN.
    Il guadagno del broker è generato dalle commissioni sulle transazioni e/o con un mark-up sugli spread variabili del mercato interbancario.

 

Io personalmente preferisco un Broker StP ma in ogni caso bisogna prendere in considerazione vari fattori quali la serietà e se si tratta di un broker regolamentato.

E tu non sei stanco di dover perdere i tuoi soldi?

Il consiglio che mi sento di dare è quello di investire solo se effettivamente si ha qualcosa da parte e se quel qualcosa lo si vuole far fruttare nel tempo. Se invece ci si trova in situazioni di sopravvivenza il mio consiglio è quello di mettere qualcosa da parte , anche 1 euro al giorno o si cerca di fare delle piccole rinunce ( risparmiando sul futile tipo sigarette, comprando lo stretto necessario).  Sò benissimo che è difficile dover fare delle rinunce ma ti posso garantire che nel medio – lungo periodo troverai dei benefici.

Se hai bisogno di consigli su come e cosa investire non esitare a contattarmi tramite la pagina Info e contatti.